Mostra: CAPOLAVORI ETRUSCHI DALL'ERMITAGE, a Cortona (AR)

È uno dei capolavori assoluti della plastica etrusca di età classica: raffigura un adolescente disteso su un kline; fiero, bellissimo, aristocratico.L’urna cineraria in bronzo, rinvenuta in una necropoli nei pressi di Perugia nel 1842, entrata a far parte della famosa collezione del marchese Campana e acquisita nel 1861 dall’agente dello zar Alessandro II, tornerà per la prima volta in Italia, a Cortona, in occasione di un’eccezionale esposizione “Capolavori etruschi dall’Ermitage” che si terrà fino all’11 gennaio 2009 presso il MAEC, Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona.

Un omaggio a Cortona, antica Lucumonia, da parte del grande Museo di San Pietroburgo che, eccezionalmente, concede in prestito trenta importanti pezzi della sua collezione etrusca e che avvia, anche attraverso la Fondazione Ermitage Italia, una collaborazione scientifica con la città che vanta una grande tradizione nel campo degli studi e della ricerca archeologica e oggi, più che mai, è impegnata su questo fronte.

La mostra apre infatti in occasione dell’inaugurazione di 6 nuove sale nel percorso espositivo del MAE C, l’importante polo museale, cuore del Parco archeologico di Cortona, nato nel 2005 dalla fusione del settecentesco Museo dell’Accademia Etrusca e il nascente museo dedicato alla Città Etrusca e Romana, che si arricchisce adesso di ulteriori spazi e di nuove preziose opere e testimonianze.

La mostra, curata da Elena Ananich, Nadezda Gulyaeva, Paolo Bruschetti e Paolo Giulierini e organizzata da Villaggio Globale International – promossa da Comune di Cortona, MAEC, Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo, Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Toscana, Soprintendenza per Beni Archeologici della Toscana, Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Regione Toscana, Provincia di Arezzo, con la collaborazione della Fondazione Ermitage Italia – proporrà, accanto alla preziosissima urna databile intorno alla metà del IV secolo a. C. (la sola statua etrusca di questa tipologia, oggi nota, realizzata in bronzo e non in pietra) affascinanti testimonianze degli antichi abitanti dell’Etruria che bene dialogheranno con le opere e i reperti esposti al MAEC.

Dall’Ermitage giungeranno una notevole selezione di vasi etruschi di rara bellezza e ottimo stato di conservazione, prodotti nelle più importanti botteghe ceramografe delle città etrusche di Vulci e Cerveteri, sia in bucchero che decorati nella tecnica a figure nere e rosse (dal Gruppo di Micali al Gruppo La Tolfa a numerosi altri artisti).

Da segnalare in mostra, con il contributo allestitivo di Andrea Mandara, urnette in terracotta di produzione chiusina che conservano mirabili tracce di policromia e, tra i bronzi, di particolare interesse una serie di statuette votive (alcune rappresentanti divinità, una di un sacerdote, una di arciere), due bellissimi specchi con figure incise e un’elaborata decorazione di carro in bronzo, in forma di divinità solare, parte quest’ultima della collezione Campana.

Dal 7 Settembre 2008 all'11 Gennaio 2009 - Museo dell'Accademia Etrusca e della Città di Cortona, Palazzo Casali, Piazza Signorelli - Cortona (AR).

Orari:
Dal 7 Settembre al 14 Settembre aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 23.00;

Dal 14 Settembre al 31 Ottobre aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00;

Dal 1 Novembre al 11 gennaio aperto dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 17.00;
Chiuso lunedì e 25 Dicembre;

Per informazioni: www.cortonamaec.org

11 / 09 / 2008

Ultimi aggiornamenti