Per le Cheerleaders il ritmo č un gioco da spettatore

Quando uno spettacolo si può dire ampiamente riuscito? Quando di solito coinvolge il pubblico e risulta di alto gradimento, ma in particolare, quando lo spettatore ne è parte attiva in aggiunta ad una brillante originalità di base combinata ad una struttura veloce e dinamica.

Cheerleaders , del Collettivo PirateJenny, è uno di questi, vincente e brillante per la capacità e l'astuzia di trasformare il pubblico in un arbitro da gioco che detta il ritmo e sceglie le scene da vedere. Attraverso il suono di un fischietto o di un pom pom le tre performers in scena mostrano ogni volta un quadro diverso, associato al suono di questi oggetti che sono disposti sui tre bordi del palco. Le azioni e le scene possono ripetersi, avere una durata ogni volta differente, dunque bloccarsi improvvisamente al sopraggiungere di un altro comando per poi cedere il posto ad una altro ''sketch'' e così via. Il risultato è quello di un gioco interattivo tra le performers e gli spettatori di eccitante e stupefacente partecipazione. Camilla Paris, Maristella Mezzapesa e Simona Di Marcoberardino ci restituiscono per Dansomanie l'idea di questo divertente spettacolo.

  • Aggettivo ricco di significato: Significante.
  • Il contenuto della parola: Significato.
  • Attività di intrattenimento volontaria: Gioco.
  • Utilizzo in comune di una risorsa o dello spazio: Condivisione.
  • In geometria, lo si definisce un insieme di punti che soddisfano a certe condizioni, che hanno cioè, tutti insieme ed essi soli, una stessa proprietà: Luogo.
  • E' la dimensione nella quale si concepisce e si misura il trascorrere degli eventi: Tempo.
  • Capacità di produrre determinati effetti: Azione.
  • Insieme individuato da una propria configurazione o fisionomia: Gruppo.
  • Carattere di ciò che è estemporaneo: Estemporaneità.
  • Reciproca influenza o azione e reazione di persone, fatti, fenomeni, sostanze: Interazione.
  • Ragazze Pon Pon: Cheerleaders.
  • Chi si trova presente al verificarsi di un fatto: Spettatore.
  • Congruenza con un impegno assunto o con un comportamento, in quanto importa e sottintende l'accettazione di ogni conseguenza: Responsabilità.
  • Presenza o intervento in un fatto di ordine o interesse collettivo: Partecipazione.
  • Nella programmazione radiotelevisiva, audience: Ascolto.
  • Nel linguaggio amministrativo, l'atto relativo alla riscossione di una somma a titolo di retribuzione o di reddito: Percezione.
  • Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta dall'organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l'equilibrio: Emozione.
  • In pochi lo usano: Cervello.
  • Che si propaga, si estende ovunque o in modo uniforme: Diffuso.
  • Accettazione più o meno passiva di un suggerimento di natura generica o di una particolare influenza: Suggestione.
  • Libera e astratta riproduzione o elaborazione di dati sperimentali o fantastici: Immaginazione.
  • Vista capace di suscitare notevoli impressioni emotive: Spettacolo.
  • Momento di inattingibile unicità o privilegio: Irripetibilità.
  • Quanto può servire a sollevare l’animo dalle cure quotidiane, dalle fatiche del lavoro, dalle preoccupazioni: Divertimento.
  • Introduzione di sistemi e criteri nuovi: Innovazione.
  • Stimolo esplicito e diretto a un determinato comportamento: Incitamento.
  • Movimento di lotta popolare, politica e militare che si determinò durante la Seconda guerra mondiale nelle zone occupate dagli eserciti tedesco e italiano contro gli invasori esterni: Resistenza.
  • Un'emozione successiva e simile a quella del desiderio: Eccitazione.
  • Oggetto cavo atto a contenere altri oggetti: Contenitore.

17 / 09 / 2017

Ultimi aggiornamenti